controllo-da-parte-autorita-in-cucina-soluzione-HACCP

Gli aspetti da monitorare per evitare la sanzione


Facciamo subito chiarezza, i controlli da parte degli organi di vigilanza possono avvenire in qualsiasi momento.

Per vivere con serenità ogni ispezione ed evitare sanzioni alcuni aspetti sono sempre da tenere sotto controllo.

Per prima cosa occorre definire chi può fare queste indagini.

Chi fa controlli e sopralluoghi

Due sono gli organi di vigilanza che possono effettuare verifiche e sopralluoghi per accertamenti.

Si tratta di figure professionali con competenze specifiche che effettuano verifiche in questi casi:

  • in seguito di esposti da parte da parte di terzi
  • per campagne mirate alla risoluzione di un problema o all‘acquisizione di dati
  • per il monitoraggio di esercenti sanzionati in precedenza

1 – NAS

I NAS sono i Nuclei Antisofisticazioni e Sanità del Comando Carabinieri per la Tutela della Salute. Sono dislocati su tutto il territorio nazionale ed effettuano controlli sulla qualità dei prodotti alimentari e delle bevande.

Verificano il rispetto delle norme nazionali e comunitarie e svolgono attività di prevenzione e repressione delle frodi commerciali e sanitarie.

2 – ATS

ATS è il Servizio Sanitario locale. Gli interventi sono volti al controllo dei prodotti alimentari, dei requisiti strutturali e di gestione delle imprese di produzione, preparazione, confezionamento, deposito, somministrazione e commercio di alimenti e bevande.

Effettuano sia un’attività di controllo pianificata che ispezioni e verifiche su segnalazione di cittadini ed associazioni.

Come evitare la sanzione?

Dopo questa premessa doverosa affrontiamo i due principali aspetti da tenere bene in mente per evitare una sanzione.

Ordine documentale

E’ molto semplice quanto importante avere chiara la propria situazione documentale.

Capita spesso che il titolare dell‘attività non abbia la minima idea di dove sia la documentazione della propria attività e si giustifichi con frasi del tipo :

“ho dato tutto al consulente..”

“gestisce tutto la mia impiegata io non so niente…”

“guardi è roba vecchia non ricordo …”

La SCIA, la planimetria del locale e il manuale HACCP sono documenti fondamentali che il datore di lavoro di un bar/forneria/ristorante ecc.. deve essere pronto a mostrare alle autorità.

La pulizia

Gli ispettori verificano prima il livello igienico sanitario generale per poi entrare nel dettaglio di alcuni punti chiave.

Solitamente si soffermano su:

  • pulizia della cappa
  • guarnizioni delle apparecchiature frigorifere
  • locale deposito
  • pianali delle scaffalature

Questi punti possono sembrare scontati ma il più delle volte fanno davvero la differenza in caso di controllo.

Per capire se i tuoi documenti aziendali sono completi e il tuo standard di pulizia è quello richiesto dagli organi di vigilanza puoi richiedere una consulenza specifica.

PS: Racconta nei commenti la tua esperienza durante un controllo ATS, NAS.


Potrebbe anche interessarti leggere..

photo credits Pexels


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Soluzione HACCP

SOLUZIONE HACCP - un progetto di PROTECH srl
Via Adriano Olivetti,11, 25086 - Rezzato (BS)
P.IVA 03342410986
REA BS526013

- Privacy Policy

Il tuo consulente HACCP sempre disponibile per gli operatori Ho.Re.Ca della Lombardia, Trentino Alto Adige e Veneto.